Elenchi Regionali dei Tecnici Competenti in acustica ambientale


Tecnici iscritti negli elenchi regionali, ai sensi dell'art. 2, comma 6, 7 e 8 della Legge Quadro n. 447/95
Elenchi redatti sulla base dei Bollettini Ufficiali delle Regioni, dei dati disponibili in rete internet e della docunentazione trasmessa ad EuroAcustici.

Non si assume responsabilità derivanti da eventuali errori ed omissioni nei dati presentati via Internet.
Gli interessati possono richiedere alle regioni gli elenchi ufficiali.
È gradita la collaborazione dei visitatori del sito per la segnalazione di eventuali errori, omissioni o discrepanze presenti nei dati pubblicati. Grazie.

I Tecnici Competenti riconosciuti da una Regione possono svolgere la loro attività in tutte le Regioni italiane.

Come si diventa Tecnico Competente:

Una delle principali novità introdotte dalla legge n. 447/95 riguarda l'individuazione di una nuova figura professionale nel campo dell'acustica ambientale, ossia del c.d. tecnico competente in acustica, definito ai sensi dell'art. 2, comma 6, 7 e 8, della legge 26 ottobre 1995, n. 447 "Legge quadro sull'inquinamento acustico" e successivamente disciplinato dal D.P.C.M. 31 marzo 1998 - "Atto di indirizzo e coordinamento recante criteri generali per l'esercizio dell'attività del tecnico competente in acustica, ....", sotto riportato.

Il tecnico competente rappresenta la figura professionale idonea ad effettuare le misurazioni, verificare l’ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti norme, redigere i piani di risanamento acustico, svolgere le relative attività di controllo a fini amministrativi.

Ai fini del conseguimento dell’abilitazione allo svolgimento delle attività di tecnico competente in acustica è necessario: essere in possesso di un determinato titolo di studio e di avere svolto attività, in modo non occasionale nel campo dell’acustica ambientale, per gli anni indicati in funzione del titolo di studio.

L'iscrizione all'elenco dei tecnici competenti regionali può avvenire previa presentazione di apposita domanda all’assessorato regionale competente in materia ambientale, sulla base di appositi modelli, completa di documentazione tecnica che dimostri e certifichi l’aver svolto, in modo non occasionale, attività professionale nel campo dell’acustica ambientale da:

almeno 4 anni per i diplomati (*)
almeno 2 anni per i laureati o titolari di diploma universitario (**)

Titoli di studio richiesti:
(*) diplomi di scuola media superiore ad indirizzo tecnico compreso il diploma di maturità scientifica
(**) diplomi universitari ovvero diplomo di laurea ad indirizzo scientifico compresi quelli di ingegneria e architettura.

L'introduzione della figura del tecnico competente in acustica aveva lo scopo di ridurre la presenza di operatori improvvisati, per far fronte all'esigenza di ottenere servizi qualificati.
Ciò nonostante, le disparità circa i criteri fissati dalle Regioni nell'ambito delle valutazioni delle domande per il riconoscimento di tale figura professionale hanno determinato, conseguentemente, una diversa qualifica del professionale titolato.

Per questo motivo, l'iscrizione ai diversi elenchi regionali è requisito essenziale ma non sufficiente per rappresentare in maniera completa e adeguata la professionalità e i campi di applicazione dell’esperto in acustica.

Alcune Regioni hanno deliberato il riconoscimento del "tecnico competente" attraverso opportuni corsi di acustica ambientale effettuati da associazioni del settore o da Università con l'equiparazione di un congruo periodo di formazione professionale valido ai sensi del citato DPCM.

A garanzia della ditta che richiede una prestazione professionale autorizzativa a fini amministrativi, si ritiene opportuno raccomandare di affidarsi unicamente ad un tecnico non solo iscritto ad un elenco regionale, ma che dimostri anche una comprovata esperienza nel settore (Specialista in acustica).

N.B. Alcune Regioni hanno emesso disposizioni dirigenziali con delibera pubblicata sul B.U.R. regionale per includere corsi di formazione ad integrazione e riduzione del periodo di svolgimento l'attività non occasionale (p.es.: un anno). Viene richiesta la residenza anagrafica in un comune della regione.
Nel Lazio abbiamo la "Determinazione del Direttore 28 marzo 2007, n. 1367. Criteri e modalità per la valutazione dei requisiti necessari al riconoscimento della figura professionale di tecnico competente in acustica ambientale (art. 2, commi 6 e 7, della legge 447/95 e DPCM 31/03/98)." (pdf)


D.P.C.M. 31 marzo 1998: Criteri generali per l'esercizio dell'attività del tecnico competente in acustica,
ai sensi dell'art. 3, comma 1, lettera b) e dell'art. 2, commi 6, 7 e 8, della legge 26 ottobre 1995, n. 447 "Legge quadro sull'inquinamento acustico".


Gli elenchi sono in fase di continuo aggiornamento e pertanto incompleti;
si ringrazia chi fornisce segnalazioni ed integrazioni
(copia dei documenti ufficiali BUR o via E-mail).

Responsabilità di EuroAcustici

Comunicato EuroAcustici ai Tecnici Competenti (pdf 31 kb)

Nuove iscrizioni ad EuroAcustici


Osservazioni

Limitazioni previste dall'art. 3 del D.P.C.M. 31 marzo 1998 e dall'art. 2, comma 9 della Legge Quadro n. 447/95:
I soggetti che effettuano i controlli devono essere diversi da quelli che svolgono le attività sulle quali deve essere effettuato il controllo.
I tecnici indicati dall'art. 2, comma 8, della legge 26 ottobre 1995, n. 447, possono operare esclusivamente nell'ambito della propria struttura territoriale di appartenenza.

I tecnici ed i consulenti in acustica, nel caso di mancanza di professionalità e di imperizia (p.es. falso in atto privato o pubblico), si espongono a responsabilità civili e penali nei confronti dei terzi, del committente e delle Autorità competenti:
si consiglia la lettura del codice deontologico e l'iscrizione ad EuroAcustici per prossimi nuovi approfondimenti sull'argomento a tutela del professionista.


Commette reato chi esercita una professione senza essere iscritto all'albo od elenchi professionali

Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza dell'8 gennaio 2003, n. 1151.

La Cassazione ha stabilito che chi esercita in modo continuativo una attività propria di un professionista, senza essere iscritto nell'apposito albo, commette il reato di esercizio abusivo della professione.

Si ritiene che il cittadino vada tutelato stabilendo in modo chiaro che l'attività che caratterizza una determinata professione deve essere esercitata da chi ne ha il titolo per farlo.

Questa sentenza potrebbe riguardare molti lavoratori che prestano la loro attività senza essere iscritti negli appositi albi ed elenchi regionali.

Il caso in cui si è pronunciata la Corte era relativo ad una sedicente ragioniera, ma il principio si presta ad essere applicato anche ad attività come perizie dei tecnici competenti in acustica ambientale, pianificazione del territorio, redazione di piani paesaggistici, progettazione di impianti e sistemi elettronici, trasmissione ed elaborazione delle informazioni, che se non esercitate da ingegneri civili od ambientali, architetti, nonché tecnici competenti in acustica iscritti negli appositi albi od elenchi regionali, potrebbero ricadere nell'art. 348 codice penale.


Codice deontologico

Attenzione: i tecnici competenti rischiano una denuncia nel caso di relazioni falsificate o non veritiere, redatte per ottenere permessi amministrativi.
La Procura di Roma indaga sui tecnici competenti in acustica ambientale. da La Repubblica di sabato 22 giugno 2002.

ELENCO TECNICI EuroAcustici

(pdf )

Elenchi ricavati dai BUR e da contatti diretti con le Regioni o con gli Associati.
Si ringraziano i collaboratori che vorranno gentilmente inviare copia di elenchi aggiornati.

Abruzzo 21/06/2010 (pdf 295 kb)

Basilicata 07 luglio 2009 (pdf 598 Kb)

Calabria 29/03/2010 (pdf 655 kb)

Campania 07/02/2012 (pdf 255 kb)

Emilia Romagna 15/01/2011 (pdf 1,5 Mb)

Friuli Venezia Giulia 17/12/2008 (pdf 1 Mb)

Lazio 05/10/2010 (pdf 3265 kb)

Liguria 10/04/2003 (pdf 2,5 Mb)

Lombardia 08/04/2008 (pdf 551 kb)

Marche 02/09/2010 (pdf 98 kb)

Molise 13/01/2000 (pdf 17 kb)

Piemonte 28/07/2010 (pdf 197 kb)

Puglia 17/01/2001 (pdf 52 kb)

Sardegna 22/12/2010 (pdf 1,2 Mb)

Sicilia 31/12/2009 (pdf 41 kb)

Toscana 22/07/2004 (pdf 184 kb)

Trentino Alto Adige 26/10/2009 (pdf 586 kb)

Umbria 05/09/2003 (pdf 24 kb)

Valle d'Aosta 15/01/2011 (pdf 647 kb)

Veneto dic 2012 (pdf 1.1 Mb)

I testi, di libero accesso in internet o trasmessi dagli associati, sono riprodotti solo a scopo informativo e non se ne assicura la rispondenza al testo della stampa ufficiale, a cui solo è dato valore giuridico. Non si risponde, pertanto, di errori, inesattezze ed incongruenze dei testi qui riportati, nè di differenze rispetto al testo ufficiale, in ogni caso dovuti a possibili errori di trasposizione.


PAGINE IN LAVORAZIONE
Invitiamo cortesemente a trasmettere OSSERVAZIONI, INTEGRAZIONI, AGGIORNAMENTI E CORREZIONI.

Grazie per la collaborazione


Attenzione, gli elenchi sono in formato PDF. Per scaricare Acrobat Reader, cliccare sul logo

 


© All right reserved - Web masters Mario & Paolo Mattia
Updated on Thursday, 27-Dec-2012 18:36:43 CET
Nel caso di utilizzo dei contenuti del sito, è fatto obbligo di citare e collegare la fonte tramite link a www.euroacustici.org
Tutti i marchi citati sul sito EuroAcustici sono esclusiva degli aventi diritto. Detti marchi sono citati a solo scopo informativo e/o didattico